lunedì 6 maggio 2019

A cosa serve leggere? Matilda Editrice ce lo dimostra


Sono stata piacevolmente colpita da Matilda Editrice (che fa parte della Casa Editrice Mammeonline di Donatella Caione). La cosa che più mi ha colpito di questo editoriale è l’impronta prettamente femminile. Ci sono racconti pensati per bambini e adolescenti (e non solo) raccontate da un punto di vista armonioso. Sono libri che posseggono un tocco particolare; Racconti profondi e complessi con tematiche attuali , sociali, ma espresse in modo molto delicato pur facendo allo stesso tempo molto riflettere. Punti di vista che profumano di libertà, Intelligenza, di cultura. I libri ci fanno sognare, ci aiutano a sviluppare l’immaginazione. Leggere un libro ha degli effetti reali sulla nostra mente, fa accadere alcune cose nel nostro cervello: ci aiuta a diventare più empatici, può persino accadere di pensare di aver sperimentato sensazioni ed esperienze che invece abbiamo solo letto.

Io non lo odio

Ho letto questo bellissimo libro tutto d’un fiato. E’ uno di quei libri che ti appassiona, ti incuriosisce, ti prende di testa e di cuore, sì perché come ogni cosa all’inizio si parla di una storia di amore che sembra perfetta, fatta di romanticismo e attese per poi trasformarsi in un incubo.
 Un ringraziamento particolare va alla scrittrice Giuliana Facchini (casa editrice Matilda Editrice)che ha saputo spiegare, soprattutto agli adolescenti, un concetto estremamente difficile da intendere. Autrice che crede molto nei ragazzi.
Un grazie di cuore, sono stata veramente felicissima di aver letto questo piccolo grande racconto.
Beh ma cosa è successo a Claire? La protagonista?
Claire è una ragazza di 16 anni che subisce una violenza  psicologica che devasta la sua autostima. Conosce un ragazzo, David, bello e di successo, e tra loro nasce una storia fatta di possessività e di ossessione di lui verso di lei, al punto da indurre Claire a lasciarlo. Lui non accetta facilmente questa sua scelta e si vendica togliendole tutto quanto di più caro lei abbia, come le due suoi migliori amiche e la band musicale.


E’ una storia che tocca una nota molto delicata di una persona: la sua autostima. Essere vittime di bullismo, o di violenza psicologica è un forte dramma, distrugge letteralmente una persona sia nel personale che nelle relazioni sociali. Leggere alcuni episodi mette in condizione il lettore di riflettere su fratellanza, solitudine, apatia, amicizia, amor proprio, sui veri valori della vita e su come affrontare il negativo della vita stessa. La violenza psicologica segna, logora, è un mostro che stringe forte e che fa sentire in gabbia, e va combattuto con il “potere della forza”. Come? Beh reagendo, facendo cose nuove,  che ci fanno stare bene come è capitato a Claire grazie all’uso della chitarra, o Ale (caro amico di Claire) che ha sconfitto la solitudine in un paese grande come l’America sfornando pizze per chi ne avesse bisogno. Si, caro amico, perché il messaggio che vuole infonderci l’autrice è che bisogna esercitarsi a districarsi da ciò che temiamo di perdere e non mollare ma reagire

Corse di Tram



Questo libro è stato scritto da  Eleonora Laffranchini, docente di lingue e letteratura francese. Tratta un argomento molto sensibile ai nostri giorni: le pari opportunità tra l’uomo e la donna. E lo fa raccontando una storia nella storia di due epoche diverse, quella della seconda guerra mondiale e quella dei giorni nostri. Lara, è una ragazza che all’inizio non accetta la decisione dei genitori di avere un padre casalingo che si trova perfettamente a suo agio nel ruolo di uomo di casa. Lara cerca in tutti i modi di ridare una definizione classica del ruolo. Ma grazie all’intervento della nonna materna, ella, cambierà molto in fretta idea. La nonna, difatti, le regala un vecchio diario scritto da sua madre nel periodo della guerra. Lara in tale racconto nota come la sua bisnonna fosse una donna forte e coraggiosa che andava contro corrente, non per niente guidava i tram in un contesto prettamente chiuso, ostile e maschile. Lottava per i diritti delle donne, per l’uguaglianza e la parità.
E’ un libro che evidenzia che  fin dai tempi più antichi diverso è stato il ruolo sociale della donna rispetto a quello dell’uomo e di come le donne iniziarono a lavorare fuori casa nel periodo delle guerre mondiali proprio perché i propri mariti venivano chiamati alle armi per difendere la patria. E proprio poco dopo la fine della seconda guerra mondiale, in Italia le donne cominciarono ad essere pari agli uomini quando per la prima volta andarono a votare (nel 1946), successivamente nel 1948 la Costituzione stabilì la parità dei sessi e infine il ruolo della moglie venne riconosciuto alla pari del marito (nel 1975). La stessa Costituzione dichiara che le donne hanno gli stessi diritti degli uomini, ma purtroppo questo rimane ancora solo sulla Carta, perché le donne continuano ad essere svantaggiate in molti settori, per non parlare della violenza su di loro , che è ancora molto diffusa. Voglio concludere questo articolo citando una frase di questo libro che dia forza e speranza a tutti:

La forza delle donne nasce dalla pazienza e dal silenzio meditativo dell’attesa


Vi invito a visitare le pagine della casa editrice perché merita davvero tanto
Le pagine di Matilda Editrice








2 commenti:

Informazioni personali

La mia foto
Ciao, mi chiamo Teresa, sono una giovane donna blogger, creativa e sempre con la testa fra le nuvole. Amo l'arte in ogni sua forma d'espressione. Da sempre grande appassionata di fotografia. Web Influencer, Fashion-Beauty-Lifestyle-Travel Blogger, MakeUpArtist, Beauty Consultant. Sono una persona dalle mille passioni, sempre a caccia delle ultime tendenze per questo motivo mi diletto sempre a testare, provare, sperimentare. Mi piace molto mettermi in gioco e recensire prodotti di nuove aziende o marchi consolidati.

Attenzione

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.Non sono responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. In questo blog le immagini dei prodotti sono scattate da me, ma potrei inserire testi o immagini tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Non sono responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. Tutte le recensioni presenti in questo blog sono frutto della mia esperienza con i prodotti citati, di conseguenza le opinioni espresse sono da ritenersi puramente personali. I prodotti sono acquistati da me. Nessuna azienda mi paga per recensire un prodotto, pertanto la mia opinione non è influenzata da nessun vincolo monetario o pubblicitario. Qualora le aziende inviassero gratuitamente dei prodotti da testare, essi verranno esplicitamente segnalati come omaggi.